71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Padre Pio augura a tutti una Pasqua felice

Padre Pio scrive a Padre Benedetto. Era il 31 marzo 1912

Il 31 marzo 1912 Padre Pio scrive al suo provinciale. Il giovane cappuccino viveva a Pietrelcina da diversi anni.

Una misteriosa malattia lo costringeva a stare a casa, in famiglia. Nel 1912 la Pasqua cadeva il 7 aprile. In questa lettera a Padre Benedetto, Padre Pio scrive per augurare al una “pasqua felice“: “sento ora che si approssima la santa Pasqua, un sacro dovere di non lasciarla passare senza augurargliela piena di tutte quelle grazie che possono renderla felice qui sulla terra e beato in cielo. Questo, padre mio, è l’augurio che so farle e credo che le sarà graditissimo. In tale solennità poi non mancherò dal canto mio di pregare, nella mia indegnità, Gesù risorto per la sua bella anima, sebbene non me ne dimentichi di pregare tutti i giorni per lei”.

Nella lettera il giovane cappuccino gli scrive come sta fisicamente: “In questi santi giorni più che mai sono oltremodo afflitto da quel barbablù. La prego quindi di raccomandarmi vivamente al Signore, affinché non mi faccia rimaner vittima di questo comun nemico. Dio però è con me e le consolazioni, che sempre mi fa gustare, sono tanto dolci da non poterle descrivere. In salute mi sento discretamente benino”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Post Correlati

Leave a comment