71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Vespri. Il guardiano: “Padre Pio è ancora sulla soglia del Paradiso ad attendere i suoi figli”

Veglia di Padre Pio . Vespri

La liturgia dei vespri è stata presieduta dal guardiano del convento Fr. Carlo Maria Laborde che ha concentrato la sua riflessione sul servizio di Padre Pio nell’ascolto dei tanti fedeli.

“Padre Pio è stato un servitore della Misericordia lo è stato a tempo pieno, praticando talvolta fino allo sfinimento l’apostolato dell’ascolto. E’ diventato attraverso il ministero della confessione una carezza vivente del padre che guarisce le ferite del peccato e rinfranca il cuore con la pace. San Pio non si è mai stancato di accogliere le persone e di ascoltarle, di spendere tempo e forza per diffondere il profumo del del Signore e aggiunge e poteva farlo perché era sempre attaccato alla fonte, si dissetava continuamente da Gesù in croce e così diventava un canale di misericordia.”

“Padre Pio confessava ad un tuo figlio spirituale:  “Sono tutto di ognuno, ognuno può dire Padre Pio è mio. Io amo tanto il mio fratelli di esilio, amo i miei figli spirituali al pari dell’ anima mia …..Anzi assicuro che quando il Signore mi chiamerà io gli dirò “Signore io resto alla porta del paradiso vi entro quando ho visto entrare l’ultimo dei miei figli. Soffro tanto per non poter guadagnare tutti i miei fratelli a Dio e in certi momenti sto sul punto di morire nel vedere tante anime sofferenti senza dargli sollievo e tanti fratelli alleati con satana”.

“Queste parole ci riempiono di conforto e di speranza. Padre Pio è ancora sulla soglia del Paradiso dopo 51 anni intercedendo per noi sostenendoci nelle battaglie della vita, dando forza chi è caduto e fa fatica a rialzarsi, ridando coraggio agli sfiduciati sostenendo con la sua instancabile preghiera il cammino dei suoi figli spirituali che ancora sono nella fase della fatica, della tentazione affinché possano raggiungere quel porto sospirato della salvezza quella Gerusalemme Celeste quella Pasqua eterna dove non ci saranno più lacrime nei sofferenza ma solo la beatitudine della contemplazione del volto di Cristo” “

“Cari fratelli e sorelle siamo qui tutti uniti per dire il nostro Grazie sentito e commosso a colui che è stato per noi viva immagine di Cristo Crocifisso a colui che è stato il buon pastore che offre la sua vita per le sue pecore, a colui che ci ha mostrato la via del cielo e che dalla soglia del Paradiso continua a vegliare su di noi e intercedere perché possiamo raggiungere quella beatitudine di cui egli ormai in possesso. Buona e santa Velia a tutti voi”

 

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento