71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Santa Messa. Ministro generale: “Padre Pio insegna a vantarsi solo della Croce, segno del suo amore”

Veglia Padre Pio . Santa Messa e transito

La celebrazione Eucaristica delle 00.15 è stata presieduta dal ministro provinciale dei frati minori cappuccini Fr. Roberto Genuin.

“Il giovane Francesco Forgione – ha detto il ministro – cercò il volto di Gesù fin dalla più tenera infanzia ed è veramente bello pensare a come il respiro dello spirito già soffiava a Piana Romana e toccava il giovane cuore di Padre Pio crescendo nella formazione religiosa, prima nella forma ordinaria con i frati e poi nella solitudine di Pietrelcina dove l’aveva condotto lo stesso Signore per mezzo dell’infermità. Padre Pio conoscerà sempre meglio il volto del Signore come il volto sofferente del Crocifisso.  Non è difficile comprendere che tutta la sua vita di sacerdote è stata segnata da una specie di incorporazione con Gesù crocifisso, non solo, Padre Pio trovò il volto di Dio nel volto di Cristo, ma giunse fino ad immergersi nelle piaghe delle mani e nei piedi e come il suo padre San Francesco nella piaga profonda del cuore Signore. Il suo corpo stesso venne trafitto come quello del salvatore per divenire segno costante dell’offerta  del proprio corpo e del proprio sangue che Gesù continua ad operare attraverso i sacramenti e il vangelo. Così Padre Pi è diventato una lode ininterrotta a Dio che mostra il suo volto nel suo figlio innalzato sulla croce.  Si comprende allora perché nella sua vita si sono realizzate le parole di Gesù: “io quando sarò innalzato da terra attirerò tutti a me” il fanciullo sannita che cercava il volto del Signore è divenuto come diceva Papa Paolo VI “rappresentante stampato delle stimmate del Signore”. 

“Il sigillo doloroso e impegnativo delle piaghe sul suo corpo rappresenta l’autentica di Dio sulla sua vita.  Per questo anche nel volto di Padre Pio si poteva cogliere misteriosamente ma in verità,  la luce del volto di Gesù. Perciò Padre Pio non è soltanto il piccolo che ha accolto le cose nascoste ai sapienti e agli intelligenti ma è il maestro silenzioso di Gesù che a lui  indirizza schiere interminabili di devoti.” A lui Dio ha concesso di rappresentare in maniera unica il volto del suo figlio, come ogni presbitero è chiamato a testimoniare. 

 “Padre Pio come Geremia esulta tutti a conoscere Gesù, come San Paolo insegna a tutti a vantarsi solo della croce del Signore segno del suo amore.” 

La Veglia si è conclusa con la lettura della Deposizione di padre Pellegrino Funicelli, sulla morte di Padre Pio, letta da Padre Massimo Montagano.

 

© Riproduzione Riservata

Leave a comment