71013, San Giovanni Rotondo (FG)

San Michele proteggeva Padre Pio

Padre Pio: "se non ci fosse stato San Michele..."

Quella di Padre Pio contro il demonio fu una lotta senza esclusione di colpi, cominciata sin dai primi giorni di vita a Pietrelcina. Un racconto raccolto da un confratello di Padre Pio: fra Mariano Paladino. Una figlia spirituale del Padre era in pellgrinaggio a Monte Sant’Angelo. Appena entrata nella grotta ebbe una visione: la culla del piccolo Francesco protetta dalle ali dell’Arcangelo Michele.

Fra Mariano Paladino, che fu uno degli infermieri di padre Pio, ascoltò il racconto della figlia spirituale e pensando ad una allucinazione, padre Mariano raccontò l’episodio al santo Cappuccino ricevendo immediatamente una risposta netta: «Guai a me se non ci fosse stato San Michele: a quest’ora avreste visto padre Pio sotto i piedi di Lucifero».  Infatti quando era bambino, Francesco, nella sua Pietrelcina, veniva perseguitato da un uomo vestito da prete, che al ritorno da scuola lo aspettava sulla soglia di casa e non lo voleva far entrare. Allora Francesco si fermava; veniva un ragazzino scalzo, faceva un segno di croce, il prete spariva e il fanciullo, sereno, poteva finalmente rientrare. E quando, dopo essere stato consacrato sacerdote, tornò nel paese natio per un periodo di convalescenza, padre Pio si dava poco pensiero di chiudere l’uscio ogni volta che andava in chiesa. «C’è l’angiolino mio che mi fa la guardia alla casa!», era solito rispondere a chi glielo faceva notare.

Leave a comment