71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Padre Pio uomo della Misericordia

15 settembre - Secondo giorno della Novena di Padre Pio

Questa sera, nel secondo giorno della Novena di Padre Pio da Pietrelcina, ha presieduto la Celebrazione Eucaistica, mons. Carmelo Pellegrino promotore della Fede della Congregazione delle Cause dei Santi, che durante l’omelia, ha spiegato che “quella di questa domenica è una delle pagine più famose in assoluto del Vangelo, forse una delle pagine preferite da ogni uno di noi perché presenta in essenza il contenuto della buona novella: “Dio ci ama, vuole fare festa con noi e viene a cercarci anche quando ci perdiamo“.

È un mistero. E’ possibile “perdersi sicuramente lontani da casa come capita al figlio minore della parabola ma purtroppo è possibile perdersi anche rimanendo a casa propria, rimanendo vicini al Padre e vivendo mai”.  Padre Pio diceva: “ognuno può dire padre Pio è mio“. Dio ci ama come figli unici, come se fossimo l’unico che ha e per questo ci viene a cercare anche nel deserto. Non si rassegna e non si dà pace finché non ci ritrova. Mons Pellegrino, spiegando ai fedeli la parabola ha sottolineato che questa ci parla della Misericordia di Dio. La parabola del figliol Prodigo, del Padre buono, “ci ricorda il valore di un argomento che spesso dimentichiamo che era al centro del ministero di San Pio da Pietrelcina: la bruttezza del peccato”.

Mons. Pellegrino, ha ribadito che oggi tutto questo è passato di moda e non se ne parla più: “oggi sembra che il peccato sia stato sdoganato come una cosa bella: più trasgredisce, più sei una persona prestigiosa”. Spesso è anche la televisione “che ci parla in questi termini definendola quasi come qualcosa di attraente, bello gradevole. Il peccato, al contrario, fa male. Il male fa male. Bisogna ricordarlo. Il peccato ci rovina, ci distrugge e ci rende infelici. Dio ci lascia liberi di sbagliare, liberi di tradirlo, liberi di sciupare tutto quello che lui ha guadagnato con il sangue di suo Figlio in croce”.

Padre Pio, come uomo della misericordia era lì ad intercedere per i suoi figli, “però quando si andava da lui non era una passeggiata, non poteva finire tutto con una visita devozionale. Padre Pio faceva una vera e propria ‘radiografia’. Con il suo dono di profezia entrava dentro il tuo cuore, ti ricollegava, ti riconnetteva con Gesù Cristo e e con il tuo peccato. Padre Pio ti restituiva quel santo nobile senso di vergogna del tuo peccato e ti faceva riscoprire peccatore“. 

% Commenti (1)

Grazie a Mons Pellegrino,ha fatto una omelia alla messa di stasera a S Pio alle ore 18 meravigliosa , più volte mi ha toccato il cuore, si vede ,si sente quanto le parole escono dal cuore di una persona, spero tanto che sia arrivata a tanti cuori.
La gente ha bisogno di verità di stimolo,per cambiare vuole fiducia,quella vera.Il Signore vi benedica il cammino.Teresa Ciccone

Lascia un commento