71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Padre Pio prega davanti a Gesù per persone mai viste e conosciute

Era il 1 giugno 1915

Nel 1915, il primo giugno, Padre Pio racconta a Padre Benedetto da San Marco in Lamis, quello che accadeva quando Gesù gli appariva a Pietrelcina: “mi accade, da molto tempo addietro, che quando viene Gesù, quelle cose che tanto a me stanno a cuore di dimandargli se ne sfuggono e solo ricordo quello che Gesù vuole che ricordo. Come pure è solito accadermi, quando egli viene, che mi sento spinto da un moto irresistibile di pregare e raccomandare a lui persone non mai viste e di cui non ho mai sentito parlare, chieder per esse quelle grazie, che non mi passarono mai per la mente”.

“A dire il vero, non mi è successo mai che con questo nuovo modo di pregare abbia qualche volta il Signore lasciate inesaudite le mie suppliche. Non mi meraviglio tanto di questo secondo mistero per me, quanto mi fa meraviglia il primo. Qualche volta mi metto a piangere come un bambino, perché non mi sovviene di chiedere a Gesù quello che tanto mi sta a cuore. Come ciò avviene io non so capirlo. Temo fortemente l’inganno del nemico e chi sa, me ne vado pensando, che non sia io veramente nella rete del nemico. Aggiungete a tutto questo che il fin qui detto più che mai si va facendo ordinario in me, da non molto tempo in qua. Padre, credetemi, una delle tante spine che concorrono a rendermi sempre più aspro il martirio l’è appunto questa”.

riproduzione riservata

% Commenti (1)

Giacomo Grimaldi

Ottimo
.

Leave a comment