71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Padre Pio “il pronto soccorso delle anime”

Era medicina di Pio per tutti i fedeli

Accostarsi a  lui voleva dire tremare perché il suo confessionale era tribunale di Dio. Il Sacramento della Penitenza compiuto ai sui piedi significava rinascita,significava conversione e significava resurrezione.

 

Nei ricordi di Padre Guglielmo Alimonti leggiamo: Io ci provai una volta e mi cacciò. E fece bene. Allora capii che così doveva essere il sacerdote: deve scomparire, deve offrire tutto se stesso, deve mettersi dietro il proprio figlio, dietro il proprio penitente.  Camminare, sudare, patire, salire la croce. Ogni volta iniziare daccapo perché quell’anima arrivi a Gesù.

Leggi anche: Il confessionale di Padre Pio

E il padre in questo senso è stata la medicina di ogni suo figlio. lo è stato per tutti noi. Una volta gli dissi: Padre,  non ho voluto disturbarla”. Cosa fece? Mi raccontò quello che mi era accaduto nei giorni in cui non ero andato da lui e non avevo voluto disturbarlo.

 

Dunque, si era disturbato da solo. Era il “pronto soccorso” di chi a lui si affidava. Egli stesso dice ad un figlio spirituale: “Non ti scandalizzare se io ti dico che tu sei Cristo, perché ogni cristiano, se osserva le leggi del Signore, è veramente Cristo”. E ci dice anche che se vogliamo guardare il cielo dalla terra, allora il cielo non parla. Ma se invece lo guardiamo dalla casa di Dio, pregando Iddio, allora il cielo è più vicino, allora il Paradiso è in terra.

© Riproduzione Riservata

Leave a comment