71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Padre Pio: “Figliuoli, il fondamento della bontà è l’umiltà”

Una lettera di Padre Pio ai suoi figli spirituali

Nell’Epistolario IV, tra le lettere collettive troviamo una lettera indirizzata ai suoi figli spirituali.

Padre Pio spiega quale sia il fondamento della bontà: l’umiltà. Umiltà interna ed esterna; ma più interna che esterna; più sentita che mostrata; più profonda che visibile”. 

Poi il cappuccino stigmatizzato del Gargano invita i destinatari di questa lettera a tenere a mente 7 regole:

  1. non vi compiacerete mai di voi stessi per qualunque bene possiate in voi scorgere, perché ogni dono perfetto viene dall’Alto;
  2. non vi lamenterete mai delle offese, da qualunque parte vi vengano fatte, ricordandovi che Gesù, nostro modello ed esemplare, venne saturato di obbrobri dalla malizia degli uomini, senza mai menarne lamento;
  3. scuserete tutti con la carità cristiana, tenendo innanzi agli occhi l’esempio del divin maestro che scusò perfino i suoi crocifissori dinanzi al Padre suo;
  4. gemerete sempre come poveri dinanzi a Dio;
  5. non vi meraviglierete affatto delle vostre debolezze, ma, riconoscendovi per ciò che siete, arrossirete della vostra incostanza ed infedeltà a Dio, ed in lui confiderete, abbandonandovi tranquillamente nelle braccia del celeste Padre, come un tenero bambino fra quelle della propria madre;
  6. non vi esalterete punto nelle virtù, ma ripetendo il tutto da Dio, siate solleciti a darne a lui l’onore e la gloria con infiniti rendimenti di grazie;
  7. non intraprenderete nessuna azione, anche la più indifferente e la più bassa, senza prima averla indirizzata a Dio.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA 

Leave a comment