71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Padre Pio era impaziente la mattina per poter scendere finalmente in chiesa

Il tempo di Padre Pio, un tempo di eternità

La tua missione ancora non è compiuta e, più che essere assorbito in Dio, devi aver sete della salute dei fratelli: Sitio (ho sete)” (Epistolario I, 11116). Così scrive padre Benedetto ministro provinciale a Padre Pio che desiderava morire.

E Padre Pio riconosce la saggezza della considerazione del padre provinciale. Continuerà a vivere, per una missione altissima. La vita è realizzazione di una missione. Il tempo è vita. Il tempo è prezioso strumento per adempiere al compito affidato dalla Provvidenza. Padre Pio di certo non perdeva tempo: si rammaricava di non avere mai tempo sufficiente per ascoltare le folle a cui a lui si rivolgevano. Considerava perdita di tempo il sonno, cibarsi, accudire alle cure essenziali di se stesso. Aveva “fretta”.

Leggi anche: IL VOLTO DI PADRE PIO

C’era sempre tanto da fare:pregare, celebrare la messa, confessare. La giornata di Padre Pio cominciava prestissimo, quando ancora la notte è fonda, per iniziare la preparazione della celebrazione della messa. Era impaziente fin dal sorgere dell’alba, quando il sole va a capolino dai monti del Gargano, per poter scendere finalmente in chiesa. Il tempo di Padre Pio aveva toni di eternità, anticipava cioè quello stato di estasi, che, diventato perenne, costituisce la beatitudine del Paradiso. Padre Pio viveva in anticipo di là del tempo. Padre Pio era libero anche in questo: non è stato schiavo del tempo; pensiamo alla durata della celebrazione della santa messa; nessuna preoccupazione del tempo passava. In confezionare sarebbe rimasto tutto il giorno se non ci fosse stato qualche suo confratello a ricordargli altri impegni. In preghiera? Sarebbe rimasto tutta la vita, in adorazione serafica. Padre Pio probabilmente non ha mai portato con sé  l’orologio. e se lo avesse avuto non lo ha mai consultato. Un tempo permeato di eternità. Un’eternità che si impastava di tempo. 

© Riproduzione Riservata

 

% Commenti (2)

Disse padre Piuccio farò più chiasso da morto che da vivo c’è di prendere in considerazione il suo esempio quando pregate fatelo con molta fede e date tutti voi stessi il vostro cuore e Spirito ma soprattutto crederci lui pregava sempre con la sua coroncina l’arma e la preghiera e Senza e come un soldato senza armatura

Buona sera si potrebbe trovare un nuovo sistema per fare in modo di fare partecipare i giovani in diretta da tutto il mondo come nel Santo Rosario

Leave a comment