71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Il volto di Padre Pio

Il suo volto era luminoso e bellissimo, con due occhi splendenti come le stelle

San Pio , nella sua esistenza terrena, oltre a vivere sempre alla presenza di Dio, ne ha più volte sperimentato gli effetti per un altro dono dello Spirito, non sono sfuggiti alla osservazione di alcune persone privilegiati. Padre Alberto D’Apolito nel suo libro “Padre Pio da Pietrelcina – ricordi esperienze testimonianze” attesta:  “Nel settembre del 1938 mio padre, D’Apolito Salvatore, residente degli Stati Uniti d’America da circa ventidue anni, accompagnato da mia sorella Nunzia ritornò a San Giovanni Rotondo per rivedere me, giovane sacerdote e conoscere la famiglia della sorella maggiore sposata da 15 anni.

Leggi anche: Padre Pio uomo di Dio

Un tiepido pomeriggio di febbraio 1939 pieno di sole, volle fare una passeggiata fino al convento insieme con un amico per vedere e conoscere da vicino Padre Pio e presentarsi come il padre di un religioso cappuccino. Entrato con l’amico la chiesetta, fissò lo sguardo verso il confessionale, dove il caro padre era intento alla riconciliazione delle anime col Signore. Rimase pietrificato e sconvolto quando vide il volto adorabile di Gesù al posto di padre Pio. Pensando ad una allucinazione, richiamò subito l’attenzione dell’amico, il quale vedendo lo stesso fenomeno, cioè il volto di Cristo esclamò: “Ma quello non è Padre Pio; è Gesù Cristo”.

Entrambi, commossi, dopo qualche minuto non videro più Cristo, ma Padre Pio sofferente, il quale posò lo sguardo con dolcezza e tenerezza su mio padre lacrimante, non facile a commuoversi(…). Anch’io spesso ho visto il volto di padre Pio, trasfigurato nell’Ecce Homo o in Gesù Crocifisso o luminoso e splendente di una bellezza indescrivibile.

E ancora “Nell’ agosto del 1965 accompagnai nella cella di Padre Pio il professor Guerini Rocco di Roma, innamorato del francescanesimo ed ammiratore di padre Pio. Mentre era in ginocchio ai piedi del padre ed io gli facevo una lusinghiera presentazione, padre Pio, rivolgendo la parola signor Guerini,  disse : “Senti, senti quante lodi ti sta facendo; dimmi risponde a realtà quello che dice?” Il professore: “Padre Alberto sta esagerando“. Padre Pio: “Che la tua vita risponda quando dice padre Alberto. Continua ad essere buon cristiano e a fare del bene.”.  All’uscita della camera, il professor Guerini mi disse: “Padre Alberto sono tanto felice. Ho guardato il  volto di padre Pio;  mi è sembrato di vedere Gesù. Era luminoso e bellissimo, con due occhi splendenti come le stelle. Padre Pio non è un uomo di questo mondo”.

Padre Alberto nel menzionato libro, inoltre informa: “Noi,  che abbiamo assistito tante tante volte alla messa di Padre Pio, abbiamo visto il suo volto impallidire, contrarsi, divenire sofferente, simile all’ Ecce Homo, e poi trasfigurarsi e apparire infiammato e luminoso alla Comunione; possiamo attestare il grande mistero alla crocifissione di Padre Pio, che si rinnova ogni mattina sull’altare della chiesetta e alla grande chiesa di Santa Maria delle a Grazie San Giovanni Rotondo”

Un’altra preziosa testimonianza l’abbiamo da padre Raffaele da sant’Elia a Pianisi, che visse per trentacinque anni, dei quali tredici in qualità di superiore presso la comunità religiosa di San Giovanni Rotondo.

In un manoscritto dal titolo: “Brevi cenni riguardanti la vita di Padre Pio e la mia lunga dimora con lui” padre Raffaele annota:  “Dormivo in una cella angusta, quasi di fronte a quella n. 5 dove stava a padre Pio. Non so perché verso mezzanotte, mi levo dal letto quasi spaventato. Il corridoio era nell’oscurità, rotta dalla luce incerta di un lumicino a petrolio. Mentre stavo per uscire, ecco che passa Padre Pio che torna dal coro dove era stato in preghiera. Era mezzanotte! Padre Pio, tutto luminoso, con Gesù bambino tra le braccia, andava a lenti passi e mormorava  preghiere. Passa davanti a me, tutto raggiante di luce, e non si accorge della mia presenza. Solo alcuni anni dopo sono venuto a sapere che il 20 settembre ricorreva l’anniversario delle sue stimmate”

 

© Riproduzione Riservata

 

% Commenti (1)

Isabel Maria Peixoto Abreu

Sempre fui muito devota do Padre Pio ! Minha devoção já vem do tempo das minhas avós !encontrei vossa página ao ver um concerto que meu adorado Andrea Bocelli fez aí! Fiquei a amar ainda mais o Padre Pio!que Elle me ajude nesta minha caminhada pela vida !e muito ao meu amado filho.obrigado.

Lascia un commento