71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Padre Flavio Roberto Carraro, il vescovo già ministro generale dei cappuccini figlio spirituale di Padre Pio

Fra Flavio Roberto Carraro nasce a Sandon frazione di Fossò in provincia di Venezia il 3 Febbraio 1932 da Giuseppe e Amabile Prandin.

Secondo figlio di una famiglia contadina molto religiosa, entra in seminario tra i frati minori cappuccini della provincia religiosa di Venezia e veste l’abito nel noviziato di Bassano del Grappa il 14 Agosto 1948 ed emette i voti perpetui il 23 Marzo 1953.

È il patriarca di Venezia Angelo Giuseppe Roncalli, futuro Papa Giovanni XXIII, ad ordinarlo sacerdote il 16 marzo del 1957. Trascorre i primi anni di esperienza pastorale come formatore e insegnante nel Seminario serafico di Thiene (VI) fino al 1962. Su indicazione dei superiori fra Flavio entra nello «Studium Biblicum Franciscanum» di Gerusalemme ma l’anno successivo, nel 1963, viene chiamato come segretario dell’amministratore apostolico della provincia cappuccina di Foggia. Qui conosce Padre Pio di cui diventa figlio spirituale. Padre Pio, ha raccontato fra Flavio, non gli ha mai fatto mancare la sua assistenza e il suo aiuto concreto nel corso della sua vita.

Nel 1965 ottiene la Licenza in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico di Roma. E’ Direttore dello Studio Teologico «Laurentianum» di Venezia e Docente di Sacra Scrittura nel 1966. Quattro anni più tardi è nominato Rettore del Collegio Internazionale «San Lorenzo da Brindisi» a Roma. Nel 1972 torna in provincia perché eletto Vicario Provinciale e nel 1975 viene eletto per due trienni Ministro Provinciale di Venezia. Il Signore lo chiama a servire i frati cappuccini di tutto il mondo come ministro generale per due sessenni dal 1982 fino al 1994.

È nell’amore e nella dedizione verso i Frati del mondo intero, che padre Flavio riesce a dare il meglio di sé visitando tutte le Circoscrizioni, fondando nuove Provincie e ampliando la presenza dell’Ordine con l’apertura di nuove missioni. In questo suo incarico ha una memoria ferrea nel ricordare i nomi di tutti i frati e l’attenzione alle singole persone, anche dopo la visita. Segretario del movimento francescano italiano e moderatore dei monasteri delle suore Clarisse cappuccine di tutto il mondo l’8 giugno 1996 Giovanni Paolo II, dopo averlo nominato membro della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli, lo elegge vescovo di Arezzo-Cortona-San Sepolcro. Consacrato vescovo nella Cattedrale di Arezzo il 7 Agosto 1996, lo stesso pontefice lo promuove alla sede di Verona il 25 Luglio 1998, dove rimane fino all’8 Luglio 2007, quando rinuncia per raggiunti limiti di età.

È stato, l’impegno missionario dei frati e dei sacerdoti per le sue diocesi quello che ha acceso maggiormente il cuore di fra Flavio, frate e vescovo, lasciando una grande testimonianza di preghiera e attenzione verso gli ultimi.

Nel 2017 si trasferisce per motivi di salute nell’infermeria dei frati cappuccini di Conegliano in provincia di Treviso dove venerdì 17 giugno 2022 termina il suo cammino terreno.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento