71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Mons. Galantino a San Giovanni Rotondo: “Nel gioco della vita non vince chi ha le ricchezze”

"Fatevi degli amici con la ricchezza"

galantino san giovanni Nella XXV domenica del tempo ordinario a poche ore dall’inizio della Veglia in preparazione alla festa di San Pio a San Giovanni Rotondo, nella chiesa all’aperto ha presieduto la concelebrazione Eucaristica mons. Nunzio Galatino presidente dell’APSA (Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica).

All’inizio della celebrazione salutando mons. Galantino il padre provinciale Fr. Maurizio Placentino nel ringraziarlo ha ricordato il suo legame con il Santo di Pietrelcina e l’affetto che dimostra nei confronti dei frati cappuccini.Nella sua riflessione durante l’omelia mons.  Galantino ha ringraziato i frati dell’invito, ribadendo questo legame con la sua terra, con i frati e con Padre Pio. Commentando il Vangelo della domenica  ha sottolineato il significato dell’invito “Fatevi degli amici con la ricchezza”.

messa 22 settembre “Tante risorse sono state messe nelle mani di padre Pio e tante risorse vengono ancora messe nelle sue mani, possiamo toccare con mano come lui le ha utilizzate e sappiamo anche che non sempre la sua risposta assomiglia proprio la nostra risposta” ha continuato il presule.  “In  questa celebrazione, mentre ci prepariamo alla sua festa l’invito è  rivolto a tutti noi, dobbiamo lasciarci travolgere da queste parole del Vangelo, guardando ancora una volta le sue opere e alla destinazione delle opere che lui ha voluto. Proprio nella pagina del Vangelo, dopo po aver definito disonesto l’amministratore dei bene nessuno di noi si sarebbe aspettato quella conclusione di Gesù”

Questa pagina certamente vuole indicarci un senso nuovo, un senso diverso da  quello che tanto o poco noi possediamo, tenendo presente che in gioco qui non ci sono soltanto le ricchezze materiali. Le ricchezze sono anche l’ intelligenza, la cultura, le diverse capacità che ognuno di noi possiede. Tutte queste capacità che amministrate male possono degenerare in arroganza e in presunzione. Questo può succedere e di fatto succede anche nei nostri ambienti perché, la ricchezza tende a creare muri, a installare allarmi ,spinge a creare e montare i cancelli o muri. Gesù invita i discepoli oggi e invita me e voi ad invertire la rotta “Fatevi degli amici con la ricchezza”, perché le persone  valgono più delle cose, le persone contano più delle ricchezze possedute di qualsiasi genere.  Gesù ci dà questo comando perché nel gioco della vita vince davvero non chi ha tante ricchezze, ma chi ha creato e mantiene vivi tanti legami, tante relazioni tante amicizie. Le relazioni valgono più dell’accumulo . Quello che Gesù oggi ci dice non ha niente di sacro ma tanto di saggezza del vivere la vita buona del Vangelo.

messa 22 settembreE ora cosa farò? Si domanda angosciato l’amministratore trovandosi in cattive acque?. Una domanda che assomiglia tanto alla domanda che può sorgere dentro di noi dopo aver ascoltato questa pagina. La domanda: “Sono ancora in tempo per farmi amici con la ricchezza? oggi Gesù dice a noi attraverso l’esempio di Padre Pio attraverso la devozione che ognuno di noi ha che siamo ancora in tempo per comportamenti, scelte e stili di vita coerenti, puliti. Hai procurato lacrime? Ora rendi felice qualcuno. Hai rubato? Ora comincia a restituire la generosità. Lo spirito di povertà e l’attenzione agli ultimi di San Pio ci aiutino e ci spingano a vivere il Vangelo in questa maniera in modo da poterci presentare in maniera umile ma fiduciosa davanti al Signore

 

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento