71013, San Giovanni Rotondo (FG)

La devozione della Polonia per Padre Pio

La lettera postulatoria della Conferenza Episcopale Polacca. Era il 3 maggio 1972

Il 3 maggio 1972 la Conferenza Episcopale della Polonia, formata da 2 cardinali e 43 vescovi, nel Santuario Częstochowa, ai piedi della Madonna Nera, scrisse una lettera importante per la storia della causa di Padre Pio da Pietrelcina. Si tratta di una lettera postulatoria inviata al Santo Padre Papa Paolo VI, affinché “Egli si degni di dare il nihil obstat per l’introduzione della Causa di Padre Pio”.

Era il 3 maggio 1972 quando a Jasna Góra due Cardinali, Stefan Wyszynski, primate e Karol Wojtyła, metropolita di Cracovia insieme ai Vescovi della Polonia, sottoscrissero una petizione scritta con una comune macchina da scrivere manuale sulla carta intestata del Primate di Polonia.

Leggendo attentamente la lettera ci colpisce una frase: “Alcuni di noi hanno visto con i propri occhi Padre Pio e il suo apostolato; altri hanno attinto notizie da coloro che lo vedevano, lo ascoltavano e scrivevano di lui; tutti noi siamo persuasi della santità di vita e della speciale missione di quest’uomo di Chiesa”. Non è noto se qualcuno degli altri vescovi abbia mai incontrato Padre Pio in vita. Sicuramente don Karol, nell’aprile del 1948 lo aveva “visto con i propri occhi”. Dobbiamo ritenere che gran parte dei contenuti della lettera siano da attribuire al cardinale di Cracovia.

riproduzione riservata

Lascia un commento