71013, San Giovanni Rotondo (FG)

Il presidente del Consiglio Antonio Segni incontra Padre Pio

Era il 22 novembre 1959. Nel 1962 diventerà presidente della Repubblica

Padre Pio da Pietrelcina viveva nel suo convento ogni giorno diffondendo intorno a sé una gioia serena, pur sotto i colpi dell’incomprensione, della persecuzione e del dolore. Egli nascondeva tutto sotto il velo di un sorriso, e con il suo buonumore aiutava sé e gli altri a vivere in questa atmosfera di “perfetta letizia”.

C’è un episodio che mostra quanto egli fosse capace di rompere il ghiaccio e portare la sua gioia contagiosa anche in situazioni o ambienti più formali o “freddi”: nel 1959 il 22 novembre alle 15,30, visita a Padre Pio di Sua Ecc. Antonio Segni, Presidente del Consiglio dei Ministri. In convento, nella sala del primo piano, attigua alla scalinata, rimase con lui, in colloquio privato, per venti minuti. «Durante la visita dell’ex presidente della Repubblica Antonio Segni (22 novembre 1959) l’illustre ospite presentava il suo seguito, cominciando dall’onorevole Russo. Nella sala erano in tanti, ma silenzio e venerazione circondavano padre Pio, che esce dal suo raccoglimento con una delle sue: “Eccellenza, perché mi hai portato un ‘russo’ solo? Me ne porti tanti!”. Con una risata generale si ruppe il gran silenzio, e sembrava un incontro di vecchi e festosi amici». Nel 1962 diventerà poi il IV presidente della Repubblica italiana.

Leave a comment